comprendere

L'acatalessia, dal greco antico akatalepsia (parola composta dall' α -, privativo, e καταλαμβάνειν, cogliere), vuol dire "non comprensione" ed era la posizione teorica degli scettici che sostenevano l'impossibilità di conoscere la verità.

L'acatalessia veniva contrapposta alle teorie degli
stoici che al contrario affermavano la possibilità della catalessi, dell'assenso, della comprensione.

Tra queste due posizioni radicalmente opposte ne derivava come conseguenza finale, sostenuta dallo
scetticismo, la sospensione del giudizio, (l'epoché) poiché non risultavano disponibili sufficienti elementi per formulare un qualsivoglia giudizio. Si giungeva allora all'atarassia, l'imperturbabilità.